Azienda

C’era una volta…
La nostra storia non è antichissima ma le sue origini sono più che centenarie esse risalgono al 28 ottobre del 1901 quando, nonno Andrea, all’età di 11 anni, parte per il Nuovo Continente in cerca di fortuna e viene assunto in una tipografia a New Haven dove acquisisce l’arte della stampa. Dopo oltre 20 anni, nel 1923, ritorna nella sua amata Amalfi ed investe tutti i suoi risparmi nell’acquisto di una antica tipografia.

Da queste origini, “solo” nel 1984, nasce la nostra vera storia.
Spinto dalla lungimiranza imprenditoriale degli zii e accompagnato dal conforto di papà Franco, Antonio, seguito dai tre fratelli Andrea, Michele e Carlo, inizia la commercializzazione di prodotti monouso in carta e plastica.Nel 1988 viene acquistata la prima macchina di seconda mano in grado di produrre soltanto 200.000 tovaglioli bar al giorno e nel 1991 viene inaugurata la prima linea completa per la produzione di questo articolo, incrementandone la produzione a 1.200.000 pezzi. Dopo soli 2 anni, si ripresenta il problema dei ritardi nelle consegne e viene acquistata un’ulteriore linea con lo scopo di far fronte a tutti gli ordini nei tempi stabiliti.
Nel 2000 l’esigenza di diversificare ancora la produzione impone il grande passo: l’acquisto del nuovo stabilimento. In due anni vengono fatti i lavori di ristrutturazione, vengono trasferite tutte le attrezzature e viene montata una terza linea di produzione; nel 2012 viene completato l’ampliamento dell’opificio con la costruzione della nuova ala con un’altezza totale di 14 metri su due livelli per far fronte alla necessaria espansione del reparto produttivo.
Ad oggi la produzione di 12.000.000 di tovaglioli bar al giorno ci conferma leader in Italia per questo articolo e le diverse linee di lavorazione rendono completa la nostra gamma di prodotti.

Tovaglioli e tovagliati in carta, dispenser, bicchieri e tanti altri accessori, grazie ai numerosi agenti e concessionari presenti sul territorio nazionale ed estero e alle manifestazioni fieristiche a cui partecipiamo ogni anno sono … sulla bocca di tutti.
F.lli Carpino